La strategia di gestione responsabile dei dati nelle aziende – 27 Gennaio 2019

Il mercato del lavoro al giorno d’oggi è sempre più dinamico e in costante trasformazione e uno degli strumenti che ha determinato significativamente un nuovo approccio, sia qualitativo che quantitativo, è stato l’utilizzo e la gestione dei dati. Mediante tale strumento i datori di lavoro possono accrescere la competitività della propria azienda, rafforzandone la creatività, la produttività e l’innovazione e allo stesso tempo migliorare la vita professionale dei propri dipendenti. D’altra parte però, tale attività, se condotta in modo improprio, può risultare molto rischiosa, esponendo i lavoratori ad una limitazione dei diritti individuali e determinando una perdita di fiducia nei confronti della stessa azienda.

Uno studio elaborato da Accenture Strategy ha approfondito tale tematica e i numeri parlano chiaro:

il 62 per cento delle aziende utilizza nuove tecnologie in termini di elaborazione e raccolta dei dati sul personale e sul lavoro in misura massiva, ma solo il 30 per cento dei responsabili aziendali ritiene in maniera certa che l’utilizzo di tali dati avvenga in modo responsabile. Il 92 per cento dei dipendenti si mostra favorevole ad un’attività di raccolta nei propri confronti, ma ciò solo in virtù di un accrescimento del proprio benessere, in termini di aumenti retributivi, benefici ed incentivi. Il 49 per cento dei datori di lavoro inoltre ha dichiarato che, in assenza di dettami normativi in merito, seguirebbe nel raccogliere ed elaborare dati, senza preoccuparsi di adottare misure precauzionali, mentre il 31 per cento degli stessi ha ammesso di limitarsi nell’investire in tale settore a causa dei timori dei propri dipendenti.

Il valore economico del dato viene sottolineato dalla capacità di condizionare la crescita dell’azienda, tale che strategie di gestione dei dati adottate irresponsabilmente genererebbero una perdita che si attesta sul 6 per cento delle entrate future, mentre al contrario, investire in questo campo permetterebbe di incrementare il fatturato fino al 12,5 per cento in più rispetto alle aziende che non adottano tali strategie.

 

[Fonte: https://www.accenture.com/us-en/insights/future-workforce/workforce-data-organizational-dna]

admin

Lascia un commento