Wiliot, l’etichetta intelligente – 21 Gennaio 2019

Un sensore Bluetooth è ciò che collegherebbe un qualsiasi oggetto su cui aderisce l’etichetta Wiliot ad un dispositivo abilitato, come ad esempio un comune smartphone o un punto di accesso di una rete Wi-fi. L’evoluzione in tema di IoT continua a fare passi in avanti, se si pensa che questo strumento ha la grandezza di un francobollo e non necessita di alcuna batteria per il suo funzionamento. Oltretutto ciò avverrebbe secondo una logica a basso costo energetico, con pochi microwatt che vengono catturati dalle frequenze radio nell’ambiente circostante.

La sua funzionalità si concretizzerebbe nel monitoraggio di un qualsiasi tipo di prodotto, dalla sua nascita alla consumazione da parte dell’utente finale, permettendo tra l’altro di ritrovarlo in caso di smarrimento o furto e individuando le più corrette modalità di gestione e manutenzione dell’oggetto stesso, come ad esempio la tipologia di lavaggio per un capo di abbigliamento. Tale strumento dovrebbe entrare in commercio a partire dal 2020.

 

[Fonte: Corriere della Sera]

admin

Lascia un commento