L’Italia firma la modifica della convenzione 108/1981

Oggi, 5 marzo, l’Italia, per il tramite del proprio rappresentante permanente presso il Consiglio d’Europa, ha firmato il protocollo di modifica della convenzione del Consiglio d’Europa per la protezione delle persone rispetto al trattamento automatizzato dei dati personali, conosciuta anche come convenzione 108. Attualmente questo trattato è l’unico giuridicamente vincolante a livello internazionale in materia di gestione dei flussi transnazionali di dati. Il nuovo protocollo, firmato già da altri 25 Paesi, introduce delle innovazioni significative sull’obbligo di comunicare le violazioni dei dati, il rafforzamento del principio di minimizzazione dei dati e di trasparenza dell’elaborazione. In particolare, esso richiede che il trattamento dei dati sia effettuato in maniera proporzionata e che si proceda ad un rafforzamento nella responsabilità dei titolari delle informazioni, nonché all’inserimento nella categoria dei dati sensibili di quelli biometrici e genetici. 
Fonte: ANSA

admin

Lascia un commento