Luigi Cannada-Bartoli (1958) Laurea in Giurisprudenza presso l’Università “la Sapienza” di Roma; Ph. D. in Giurisprudenza presso l’Istituto Universitario Europeo di Fiesole, collaborazioni ad attività accademiche presso la LUISS in diritto internazionale privato, e presso la facoltà di giurisprudenza de “La Sapienza” in diritto internazionale e, da ultimo, in diritto amministrativo.

Abilitato alla professione di procuratore legale, ha lavorato a seguito di pubblici concorsi presso la Banca d’Italia, il Ministero dell’Agricoltura, e, come dirigente, presso l’Istat e la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel 1997 ha raggiunto il Garante per la protezione dei dati personali ove, dopo aver diretto, tra l’altro, il servizio studi e il dipartimento contratti, svolge l’incarico di direttore del dipartimento affari legali e di giustizia. Ha partecipato in ambito comunitario a gruppi di lavoro riguardanti l’applicazione della normativa comunitaria di protezione dati in casi che coinvolgono Paesi terzi e a team di verifica sull’applicazione della normativa stessa. È stato docente in diversi seminari ed è autore di pubblicazioni in diritto internazionale privato, e in diritto processuale amministrativo di interesse anche per la protezione dei dati