L’attuale momento è scandito dall’attesa dell’entrata in vigore del Regolamento europeo (Reg. UE n. 679/2016) che, al di là delle specifiche e sensibili novità introdotte, rappresenta un momento di verifica e riallineamento delle regole e delle prassi pubbliche e private ad oltre vent’anni dall’approvazione  della prima legge italiana in materia.

In tale circostanza il Centro Studi, da un lato, sta promuovendo da tempo fra i propri soci percorsi di approfondimento su specifici temi ritenuti di rilievo e, dall’altro, collabora, ove richiesto, all’organizzazione di iniziative di formazione o di sensibilizzazione con i soggetti interessati. Sotto un profilo più ampio, la recente Assemblea generale dell’Associazione ha deliberato il lancio di tre progetti di ricerca i  cui primi risultati sono previsti entro la fine dell’anno in corso. Nell’ottica di promuovere e valorizzare gli sforzi degli studiosi più giovani e meritevoli, è stato recentemente promulgato uno specifico bando per la miglior tesi di laurea o di dottorato sulle tematiche di interesse per il Centro.